Seleziona Pagina

Campionato finito? Manco pe o belin

Campionato finito? Manco pe o belin

Che ci si sia rimasti male usando un eufemismo per non aver vinto contro la Salernitana nessuno lo nega, ma il de profundis lasciamolo agli adoratori dei Salmi e a Oscar Wilde che se lo ha scritto aveva qualche motivo per farlo.
Che ci si aspettasse un altro Genoa viste le gare precedenti a guida Blessin, è altrettanto vero.
Ma la cosa deve finire qui e lo dico soprattutto ai tanti genoani che sono già pronti per il funerale.
Genoani che sono l’emblema dell’ossimoro, perchè si esaltano nel vedere frasi come questa Noi siamo il Genoa e chi non ne è convinto posi la borsa e si tolga le scarpe e poi sono i primi a ripudiarla, a pensare tutto il contrario.
Non a caso queste sono le parole di Sturaro a fine partita: Blessin da quando è arrivato col suo staff ci ha resuscitato. E’ da luglio che abbiamo perso tempo. Qualcosa non è partito. Che abbiamo delle difficoltà è fuori discussione, ma dobbiamo essere positivi finché si può e lottare. Chi non è disposto a far questo deve abbandonare la squadra, non c’è altra soluzione.
Pertanto, oltre ad essere coerente con la frase di Scoglio, invita anche i tifosi che non ci credono ad abbandonare il Genoa.
Secondo me.
Cosa che per altro invito a fare da tempo anche io: nessuno vi obbliga a seguire il Genoa.

Pertanto, per quel che mi riguarda la voglio vedere così.
Ieri la vittoria sarebbe stata importantissima, ma non fondamentale.
Le tabelle degli Asperti dicevano che bisognava fare tre punti con la Salernitana (squadra e società che dovrebbe già essere sparita dalla Serie A da tempo e nemmeno iscritta se ci fossero leggi rispettate..) ma che prevedevano ZERO punti con la Roma.
Quindi, siamo solo “sotto” di un punto rispetto alle citate tabelle.
E tra l’altro chi mi dice che questo punto non lo si possa recuperare pareggiando con la Corazzata Inter… e perchè non farne addirittura tre… dove sta scritto che è impossibile... tanto per dirne una.

Sulla partita di ieri. Non parlo di tattiche e di schemi perchè ne so nulla e nemmeno voglio saperne, perchè non mi interessa l’argomento, non mi affascina, non mi appassiona.
Penso, che l’ennesima botta di sfiga esiziale abbia comunque influito sulla squadra ma anche su Blessin.
Un Allenatore che prepara una partita da giorni, con una precisa idea di gioco in testa e si vede mancare pochi minuti prima della gara l’UNICO giocatore con certe caratteristiche che ha e che abbiamo, mi fa pensare che quanto accaduto possa averlo messo in difficoltà.
Perchè comunque non è mancato un giocatore, uno qualsiasi e sostituibile, ma l’unico che il Genoa ha a disposizione.
Ne abbiamo un altro come Amiri e con le sue caratteristiche? No.
Pertanto posso capire l’essere rimasto spiazzato da parte del Mister e tempo per rimediare non ce n’era e non ce n’è stato.
Certo, si possono discutere alcuni cambi e sono anche d’accordo, ma nessuno è perfetto e comunque secondo me va considerato quanto detto fin qui.
Nonostante tutto questo, il Genoa ieri ha avuto TRE limpidissime palle gol, con giocatori messi davanti al portiere avversario.
E se i giocatori le sprecano non è colpa del Mister.
Tra l’altro una “sprecata” per via di un evidente fallo da rigore su Destro e qui auguro tanta tanta salute all’Arbitro e alla categoria.
Non ho visto altrettante occasioni da rete da parte della Salernitana e quindi con Sirigu ben poco impegnato.
E su Sirigu, qualcosa da dire la avrei, ma sarebbero solo opinioni personali che contano meno di zero, anche se a me un Portiere che ESCE e fa sue le palle arrivate da cross da trenta metri, molli, lunghi, alti e sbrodolosi, comme o dixe mae poae, mi sarebbe gradito. E proprio per questo non riesco a dimenticare Perin.
Quindi nonostante tutto ieri non ho visto un brutto Genoa tantomeno allo sbando.
E dovessi dire, mi è piaciuto molto quel “biondo”, Gudmundsson, perchè sì che ha giocato forse troppo largo, ma questo secondo me sa giocare a pallone. Quindi occhio a questo ragazzo.

Concludendo e usando il Greco Antico, fuori dai coglioni chi ci dà già per morti.
Il Genoa ha bisogno di tutto l’aiuto e il sostegno possibile.
Anche perchè dovrebbe essere chiaro quanto il Genoa sia simpatico e ancor più di prima, visto il modo di operare della proprietà.
Proprietà che ha scelto una strada diversa che non la solita fatta di procuratori appartenenti alla solita compagnia di giro, ad Allenatori e giocatori sempre appartenenti alla sopracitata…
Che si è messa non certo in accondiscendenza nei confronti di un Sistema ammuffito, marcio e corrotto.
Ma che comunque ha dalla sua una grande forza, quella di mettere dentro delle palanche e anche tante in questo Sistema.
E non so quante altre sono e soprattutto saranno in grado di fare questo…
Le scadenze arrivano, e scadono.
E chissà che non ci potrebbero essere anche delle sorprese, magari a livello classifica.
Quindi credere nella salvezza è ancor più doveroso.
E poi e lo dico a chi canta già salmi funebri: non siamo genoani?
Gente che di fede e speranza ha dimostrato e da sempre di averne più del Papa.
Forza ragazzi.
E Sempre Alè Genoa.

P.S. E come ho già detto, se dovessimo andare in Serie B, me ne batto o belin.
Non sarò Genoano, ma sicuramente sono un tifoso, quindi un sostenitore, del Genoa.

Circa l'autore

Articoli recenti

Rubriche

Pin It on Pinterest

Share This