Seleziona Pagina

Cari 777

Cari 777

Che per brevità chiamerò 21: vi prego, fate finire questa farsa, questo grottesco tentativo di farci prendere per il culo da non solo una parte di Genova, ma probabilmente anche da tutto il mondo visto che voi siete americani.
So che voi c’entrate meno di nulla in questa ridicola pantomima, ma so che siete in grado di porvi fine in meno di due minuti.
Ovviamente mi riferisco al Toto Presidente che qualche mente illuminata male, ha ideato e sta pure portando avanti.
Sapete, gli spagnoli hanno una espressione che descrive uno stato d’animo e cioè quello che accade quando si guarda, si vede qualcosa che fa vergognare chi la sta guardando al posto di chi invece ne è il protagonista: verguenza ajena.
Avete presente quando qualcuno e magari pure in TV racconta un barzelletta che fa ridere un cazzo di nessuno.. oppure quando si vede un prestigiatore talmente maldestro e imbranato da far provocare un senso di vergogna e voglia di voler scappare da quella situazione abbassando pure lo sguardo a chi lo sta guardando?
Ecco, questa è la verguenza ajena ed è esattamente quello che sto provando io in questo momento.
Sto provando vergogna, un enorme senso di disagio (per loro) nel vedere gente mai sentita nè vista che si candida ad essere il Presidente del Genoa, nel vedere sondaggi da Vico Usodimare solo al fine di avere qualche clic in più, nel rendermi conto di ruffianismi e ruffianaggini di infimo livello nei confronti di uno o dell’altro e con tanto di ringraziamenti su Quotidiani nazionali.
Un leccaculismo unito ad una ambizione e a un Ego straripante, che fa paura, se non vomitare. Almeno a me.
E a me francamente di tutto questo fregherebbe una emerita minchia, se non fosse per un semplice fatto: c’è Il Genoa di mezzo.

Ma sarà solo leccaculismo, Ego, quindi “Eghi” sovradimensionati e scambi di favore?
O magari c’è anche qualcos’altro, esistono anche altre ragioni nel riempire i giornali di queste minchiate?
Mah, io una mezza idea ce l’ho e se ci riuscirò la spiegherò con un prossimo post, magari già oggi.
Perchè sapete e questo da sempre, vedo tante tante persone che scrivono e parlano in riferimento al Genoa, gh’è pin e ghe n’è sempre de ciû de gente, di pagine social, di siti, pieni zeppi di gente che scrive e bellissimi post.
Solo che sarò stato disattento, ma ho mai visto persone quindi post che criticano e colpiscono chi conta in questa Città.
Ho sempre visto una marea di Che Guevara quando c’era da prendersela col Presidente di turno con Preziosi poi a voglia… ma ho mai visto e tantomeno letto post critici se non incazzati contro i personaggi che contano in Città e alcuni dei quali spesso pure “Genoani Illustri”, come li chiama la stampa.
E visto che sono ancora distratto, continuo a non vederne di post di questo tipo, se non quelli soliti, di amici e che scrivono e dicono cose da lustri, in questo strano mondo che si chiama rete o per i più, Internet.
Strano vero?

Tornando ai 777 e cioè 21, se avete voglia fate finire questo scempio.
Perchè se no anche io avrei amici o conoscenti da candidare ad essere il Presidente del Genoa 1893.
Ci sarebbe mio padre, mio zio, genoanissimi entrambi e anche persone oneste. Merce rara oggi eh?
Conosco dei proprietari di Bar, che altro che genoani.. baristi che fanno un caffè meraviglioso, imbianchini, Spegassin in Genovese, che come danno il bianco loro non lo dà nessuno.
E se proprio non andassero bene, si potrebbe giocare anche questa carta: a me chiamano Il Presidente da più di vent’anni.
Guardate un po’, sarei già avvantaggiato rispetto agli altri.
777 fate finire tutto questo, per favore.
E il Presidente cercatelo e trovatelo lontano da Genova.
Ce ne sarà di gente importante, capace, degna, rappresentativa, in giro per il mondo?
Guardate che non sono solo i “commercialisti” genovesi ad avere due palle così. (cit)
Se no un modo per far finire questa tragicommedia c’è: dire che per essere Presidente del Genoa bisogna versare un tot l’anno. Una cifra e ovviamente adeguata all’importanza dell’incarico.
Vedrete che si vedrà persino la polvere sollevata da terra da quanto corrono. Tutti.
Dal primo all’ultimo.


Circa l'autore

Articoli recenti