Seleziona Pagina

Cosa sta succedendo

Cosa sta succedendo

Ovviamente è quello che penso quindi mia semplice ipotesi se non illazione.
Che si voglia o no sembra proprio esserci grossi movimenti intorno al Genoa e quindi anche a Genova.
Movimenti di denaro, di investimenti, roba grossa insomma e che per la prima volta vedono il Genoa beneficiarne.
Parlo di prima volta, perchè per quel che mi riguarda son dell’opinione ma è la storia stessa che lo dice che il Genoa ad un certo punto della sua esistenza sia stato in qualche modo boicottato, bloccato in quella che era la sua naturale crescita.
Se andiamo a vedere si potrebbe notare che tutto accadde in pieno periodo fascista e non fu un caso che il Genoa stesse sufficientemente sui coglioni ai “patrioti” visto il suo nome inglese: Genoa e non Genova come poi venne imposto dai fasci.
In sintesi il Genoa Cricket Football Club è mai stato simpatico a chi comandava.
Ma siccome c’è sempre qualcuno o qualcosa che comanda, passato il periodo del fascismo, questo qualcuno o qualcosa ha affidato le sue attenzioni benevole verso altre squadre, squadre che non erano straniere ma che portavano alto il nome della Patria.
Lo so che ai doriani questo scazza e non poco, ma mi no posso faghe ninte. Ma in ogni caso ciò farebbe pensare a un potere che diventa amico di alcuni e non certo del Genoa.
Ripeto queste sono mie opinioni e contestabilissime.
Sta di fatto che prima con l’Andrea Doria e poi per via di 787 fusioni, accordi e finanza creativa, il potere ha simpatizzato e fortemente per la sampedoria. Lo so che questo scazza ancor di più, ma è difficile negare certe cose.

In pratica, già solo sei anni dopo che era “nata” la Federcalcio si mosse per salvare il culo alla samp.
A noi, se si è mossa è sempre stato per farcelo, il culo. Ed è inutile portare degli esempi, anche recenti.
Oggi cosa sta succedendo, sempre secondo me ovviamente.
Sta succedendo che per diversi motivi, il potere che esisteva prima forse ha perso pezzi importanti.
E forse, proprio per questo o anche per questo, sono cambiati anche gli attori.
Ecco, a me sembra di vedere attori e molto importanti che hanno lasciato una nave per imbarcarsi su un’altra.
Perchè comunque in Porto bisogna andarci.

Cosa sta succedendo a Genova. Per capirlo copio e incollo le parole di un caro amico.
Spiace per tanti, ma ormai il Genoa ha preso una piega fuori da lacci e lacciuoli provinciali di un calcio nazionale marcio e corrotto, perché si è andato ad inserire in quell’ambito internazionale dove girano interessi multimilionari anche di famiglie ricche che trovano interessante investire in Fondi dedicati e che spaziano dal collezionismo di opere d’arte, al cinema, arrivando fino alla Formula uno, invece della classica e vetusta borsa di Wall Street.
Siamo in quel giro, giro in cui è entrata pure la Roma
.
Se questo fosse vero, ma ci sono delle basi per crederlo, si potrebbe capire l’insofferenza da parte di molti nel vedere il Genoa in questa condizione, nel vedere la da loro considerata Cenerentola e in eterno, diventare Principessa.
Perchè proprio per quanto detto prima, il Genoa doveva, restare Cenerentola…
Adesso viene la parte più bella e cioè quello che secondo me potrebbe succedere se non dovrebbe addirittura.
Sento parlare da sempre di bacino di utenza e quindi di Genoa Cenerentola proprio a causa del suo ridotto potenziale di pubblico. Verissimo, Genova non è Londra e nemmeno New York.
Ma.. e come dico da anni, Manchester e Liverpool, che bacino di utenza hanno?
Sono due Città che hanno lo stesso numero di abitanti di Genova.
Hanno un Porto, ma non grosso e importante come il nostro.
Anche loro avevano un passato come città industriale, vedi tessile e carbone, poi finite in semi decadenza.
Esattamente come Genova.
Ma se ci sono tutte queste similitudini, vogliamo mettere la Storia che ha Genova?
L’Arte e i monumenti, i Palazzi, che ha Genova? Il Clima? Le località di mare e famose in tutto il mondo?
Pertanto che cosa ha Genova da invidiare a due Città come Liverpool e Manchester?
Ve lo dico io: un beneamato cazzo.
Ha solo da invidiare le loro squadre di calcio.
Ma sono diventate così importanti e famose per il bacino d’utenza di quelle due pur belle città inglesi?
No, il bacino d’utenza è stato creato, sviluppato, incrementato, visto che le squadre sono seguite e hanno tifosi in tutto il mondo. Chi segue il Liverpool e gli oggi due Manchester, non sono solo gli abitanti di quelle due città.
Non è quello il loro bacino d’utenza.
E come hanno fatto ad ottenerlo. Giocando un bel Calcio e partecipando con frequenza a tornei internazionali.
Ci stiamo arrivando dove voglio arrivare?
E quindi perchè no.
Forse, è quello che sta succedendo.

Sempre Alè Genoa.

Circa l'autore

Articoli recenti