Seleziona Pagina

Cose da fare

Cose da fare

Almeno secondo me e per quel che mi riguarda.
Sono diverse e di diverso tipo le cose da fare cara 777 Partners, ma non avete certo bisogno dei miei suggerimenti in tal senso.
Una cosa però mi piacerebbe fosse fatta e per la verità non credo piacerebbe soltanto a me, pertanto insisto nel proporla.
Serie B o non Serie B, che il Genoa possa ritornare ad essere padrone del proprio Stadio sarebbe bellissimo oltre che probabilmente doveroso.
Lo sapete anche voi ormai, che i sampedoriani pensano da sempre cose assurde e prive di qualsiasi fondamento, arrivando addirittura al punto di dire che quello, il Luigi Ferraris, è il loro Stadio.
Che non a caso si chiama Luigi Ferraris e non Rocco Fotia.
Ora è talmente una puttanata che come si fa a spiegargli che stanno cagando fuori dal bulacco come si dice a Bangkok. Pertanto l’unico modo per farglielo capire è quello di farlo diventare e di nuovo il Campo del Genoa.
In Zeneize, o Campo do Zena, come del resto era fin dai tempi della sua costruzione.
Si lo so, i contratti, gli accordi, il quieto vivere del Sindaco di turno. Va bene e ci sta tutto.
Però c’è la legge del mercato e se ci fosse un compratore che fa un’offerta, il bene può essere venduto.
Oppure, se si fosse soci, esistono anche gli aumenti di capitale, mi dicono, perchè io di queste cose ne so una fava.
Comunque i modi ci sono e nel caso sapreste trovarli.
Pensate che bello intanto avere uno stadio tutto tuo, poterlo rifare come si vuole nel caso lo si volesse.
Con tutti i seggiolini rosso e blu e che formano magari la scritta Genoa.
Ma soprattutto, fareste anche un’opera di bene e di grande altruismo offrendo l’opportunità e quindi ospitando tutta quella massa di iperpolicromati. Sarebbe un gesto di grande magnanimità.
Ovviamente fino a quando gli ospitati non si saranno trovati un altro luogo dove riunirsi durante la partita. La loro.
Ma siccome la magnanimità è stata dimostrata e ampiamente, gli si potrebbe dare addirittura un termine. Di scadenza.
In poche parole, per un po’ va bene, ma poi portate via i coglioni definitivamente e ci vediamo, semmai, nel Derby.
Sempre ne esista uno.
Ringraziandovi per l’attenzione porgo i miei migliori saluti e auguri di buon lavoro.
Sempre Alè Genoa.

Circa l'autore

Articoli recenti

Rubriche

Pin It on Pinterest

Share This