Seleziona Pagina

Il Puntinato e il suo compare

Il Puntinato e il suo compare

Dedicargli del tempo per commentare quello che dice, sta diventando quasi divertente, anche se obiettivamente lo si fa perchè non si ha altro da fare.
Anche oggi, lo Scienziato, continua nella sua opera, ovvero criticare tanto per farlo.
Evidentemente, vista l’ottima prestazione del Genoa contro la “sua” Atalanta, gli argomenti scarseggiavano, ma lui imperterrito ne trova sempre di nuovi, perchè spiegatemi che cazzo c’entra parlare di Amiri che a fine stagione col Genoa in B (toccatevi i coglioni perchè questo porta anche sfiga) potrebbe andarsene.
Lo rimarco, perchè questa cosa oltre che scriverla sul suo seguitissimo blog e in favore della sua comunità, la aveva detta anche a Telenord alla fine del primo tempo.
Siccome non sapeva che cazzo dire di male su quanto stava facendo il Genoa visto che l’Atalanta la palla la aveva vista molto poco.. al posto di commentare e di dire qualcosa di positivo, gli è venuta la geniale idea di di dire che intanto Amiri a fine anno se ne va. Così, d’amblè.
Ora, ditemi voi che credibilità può avere simile “opinionista” e che si crede pure un conoscitore di Calcio.
Ma probabilmente gli aveva dato e gli ha dato, il giusto entusiasmo di Onofri, non a caso uno che di Calcio se ne capisce e infinitamente di più del Puntinato. E ovviamente anche della sua splendida comunità.
Io poi e senza offesa per nessuno, sono già prevenuto, perchè a me la parola comunità fa solo venire in mente Muccioli e quindi mi vengono in mente persone che hanno problemi e  pertanto disagiate.

Comunque parlando del suo commentare Atalanta Genoa, a leggere il suo illuminato e illuminante pensiero ci sono già andato io, mi sono sacrificato insomma, pertanto non è il caso che un genoano che ama il Genoa ci vada.
Quindi se vi fidate, vi faccio un sunto e dei punti più salienti.
Intanto, di Onofri ho detto, e non so come andrà a finire questa sera al Processo del Lunedì genovese.
Dalle premesse, suggerisco a Claudio di pigliarsi qualche goccia di Lexotan prima di entrare in studio.
Comunque proseguendo, si nota quanto il Vate abbia dei veri chiodi fissi piantati nel cervello.
Strano che non abbia citato Ballardini...
Uno, è Destro. che egli lecitamente non comprende (fosse l’unica cosa..) come non possa giocare per 90 minuti.
A questo punto diventa impossibile fargli notare un paio di apiegazioni possibili.
Si è mai chiesto che Destro seppur l’unico vero centravanti che abbiamo possa non essere in forma?
Gli è mai venuto in mente che non essendo in forma, non possa e non può fare il pressing in attacco che il gioco di Blessin richiede? No a quanto pare no, tutto ciò va oltre le sue capacità di ragionamento.
E quindi, è Blessin che ce l’ha con Mattia, oltre ad essere un allenatore testardo, prevenuto ed incompetente.
E sì perchè ragazzi, al Puntinato Blessin proprio non piace. C’è un cazzo da fa’.
Poi ascoltate il Genio perchè è oltremodo esaustivo del suo “ragionare” e sempre negativamente.
Così come, a mio parere, non ha avuto senso presentarsi a Bergamo con tre absolut beginners, esordienti dal primo minuto assoluti o quasi, in una partita che poteva essere decisiva per la propria salvezza: Frendrup a oggi non aveva giocato nemmeno un minuto, Galdames quasi e Amiri aveva dimostrato di avere nelle gambe solo pochi minuti di autonomia.”
Qui siamo alla genialità più assoluta, ovviamente sto scherzando, perchè al posto di dire quanto e come ha giocato bene Frendrup, ma anche gli altri due, contesta il fatto di averli messi in campo perchè avevano mai giocato…
E qui si va oltre l’immaginabile, perchè in pratica dice che è stata una puttanata far giocare Frendrup…
Pertanto allo Scienziato da Vico Usodimare (vai a vedere cosa è questo Vico e che importanza ha nella Grande Genova caro Lussana) di come ha giocato Frendrup, glie ne frega un beneamato cazzo.
L’unica cosa che gli interessa è rompere i coglioni. Punto.
Aggrappandosi a ragionamenti da persona che dimostra di essere assai poco lucida, usando un eufemismo.
Stringendo, questo è un cagacazzo.  Capisce un cazzo di Calcio e vuole solo cagare il cazzo. Fine.
Si vede che ormai è entrato nella parte del cagacazzo e di chi vuole solo rompere i coglioni a chi quieta.
E sarebbe molto bello se andasse a esprimere le sue opinioni, nella Nord.
E vedere se la sua comunità si allarga di numero.
Per me qualcosa si allargherebbe, ma non poso dire cosa….
Aggiungendo poi il suo “Che senso ha giocare per il pareggio“, arriva la ciliegina sulla torta.
Come se Blessin e la squadra giocassero 11 in difesa rinviando in continuazione palloni alla Garbarini, e facessero il famoso Pullman tra l’altro a lui tanto caro.
Per me, mia opinione, questo ragazzo ha davvero qualche problema cognitivo. Davvei no ghe semmo.
Per fortuna, sua, non è da solo, perchè anche oggi gli dà manforte l’altro Scienziato ovvero Crisci e Tiello.
Che con questa chicca vince l’Oscar della cattiveria e dell’essere prevenuto.
Sapete quante parole ha speso per commentare la gara del Genoa?
Queste: Gasperini non vince con il Genoa che ormai sa solo difendersi (ahimè con gli 0-0 non ti salvi, lavori più per la tua panchina che per il club)
Devo aggiungere altro? Sì forse sì: sarebbe bello vedere questo essere chiuso in un ascensore, guasto, insieme a Blessin, per qualche ora… e magari ad arrivare ad aiutarli arriva Østigård o Portanova…

Tornando al Puntinato, scrive: Poi, certo, ho trovato eccessiva l’esaltazione nell’intervallo di Claudio Onofri che sembrava in estasi mistica come se si trovasse di fronte al Barcellona di Xavi, Guardiola o Luis Enrique, probabilmente respirando la splendida aria di Bergamo e con il sogno dei casoncelli post partita.
Quindi sono andato a vedere cosa cazzo sono questi casoncelli.
E siccome saranno anche buoni, ma sono alla fine una sorta di ravioli conditi col burro, dico.
A Massimilià… uno che è abituato a mangiare Raiêu con o Tocco, sai dove se li mette i tuoi casoncelli?

Forza ragazzi, forza Blessin e Sempre Alè Genoa.

Circa l'autore

Articoli recenti

Rubriche

Pin It on Pinterest

Share This