Seleziona Pagina

La Gente di allora

La Gente di allora

Condivido ancor più volentieri questo come sempre interessantissimo articolo sulla Storia del Genoa scritto da Massimo Prati, ma che questa volta secondo me pone ampie e diverse riflessioni e facendo questo, sono preso da profonda tristezza.
Pensiamo per un attimo alla situazione di oggi causa “pandemia” e non certo di Peste o di Ebola…
Pensiamo a quanta libertà comunque ci fosse in un periodo di gravissime limitazioni della stessa, di occupazione nazi fascista, di pericoli REALI e ben più pericolosi appunto di beccarsi un’influenza.
Pensiamo quindi alla Gente di allora, come viveva, come gli era comunque consentito vivere, cosa poteva fare.
Ma soprattutto, come vedeva la Vita, con quale coraggio, con quale voglia di Vivere.
E pensiamo a quella di oggi.
Pensiamo a quanto sia diventata codarda, paurosa, paranoica, ipocondriaca. Egoista.
Sì, egoista, perchè nella convinzione di proteggersi da una malattia che per quanto grave non è nemmeno lontanamente paragonabile alle vere pandemie devastanti nella loro effettiva possibile letalità, non solo se ne fotte dei Diritti altrui, ma come ho già scritto più volte è arrivata al punto di impedire di Vivere ai propri ragazzi, ai propri Bambini.
E’ quanto di più orribile e contro Natura possa esistere, pensare al proprio culo a discapito dei discendenti.
Un adulto, un anziano, un vecchio, che pensa unicamente a sè stesso al fine di vivere quei pochi anni che gli restano e dopo una Vita comunque vissuta e se ne strafotte di quella dei propri e di altrui figli, specie se Bambini.
Non esiste in Natura un comportamento del genere, non esiste in Natura un animale che non difenda la vita dei propri cuccioli, rischiando nel farlo, la sua. A costo di perdere la sua, Vita.
Il concetto di madre, di mamma, di nonno.. da loro esiste ancora.

In quegli anni, un giovane, imbracciava un fucile per difendere la propria e di altrui Libertà..
Per difendere la Vita, il poter vivere liberamente.
Nel farlo, rischiava davvero di morire, affrontando bombe e proiettili.
E così anche un adulto, un anziano, un vecchio.
Oggi, si è terrorizzati dalla multa di un Vigile.
Concludendo, non vi viene un po’ di nostalgia, un po’ di rabbia e anche un po’ schifo nei riguardi degli italiani di oggi?
Soprattutto nei riguardi dei giovani? Cioè di chi da sempre ha incarnato proprio per questo la “ribellione” e il senso, la voglia di Libertà?
A me sì.

E adesso godiamoci questo bell’articolo.
E nel farlo, dico ai sampdoriani: è proprio per questo che voi non potete capire cosa voglia dire Genoa e l’essere genoani.
Il Genoa ha accompagnato la Vita delle persone, allietandola, dandogli conforto, speranza, fiducia nel futuro, anche non solo durante una cosa terribile ed orribile qual è una Guerra mondiale.
Ma addirittura due.
Sempre Alè Genoa.


Circa l'autore

Articoli recenti

Rubriche

Pin It on Pinterest

Share This