Seleziona Pagina

Mi m’attasto se ghe son…

Mi m’attasto se ghe son…

Perchè davvero, a sentire così tanti genoani che rompono i coglioni a gente come i 777 ci vuole del coraggio. Ma tanto.
E tutto perchè siamo andati in Serie B e per colpa di una squadra di morti e di incapaci a segnare, comprati dal più grosso esperto di Calcio dell’ultimo secolo? Da quello che diceva che aveva mai fatto una squadra così forte?
Ma io davvero m’attasto se ghe son.
Perchè probabilmente tutta questa massa di pseudo tifosi non si è ancora resa conto dell’enorme culo che abbiamo avuto.
Culo che comunque va dato il giusto merito a chi lo ha fatto arrivare al Genoa, ovvero sempre il più grande esperto di Calcio di cui sopra.
Ora, vabbè che siete abituati ai Capozucca e ai Faggiano, ma belin quando mai non solo abbiamo avuto al Genoa ma c’è stata in italia una figura di così rilevante importanza…
Certo, adesso c’è chi dirà ma chi o l’è… basta stranieri… un altro che non parla italiano.. arridateci Lo Monaco.
Bene, io con questa gente non voglio averci niente a che fare e quindi nemmeno ci parlerò.
Intanto mettiamo il curriculum, scriviamo chi è il nuovo acquisto della 777 Partners.
Come riportato da Bloomberg, la holding 777 Partners proprietaria del Genoa ha affidato a Don Dransfield, ex chief strategy officer negli ultimi 12 anni di City Football Group (oggi interessata, ad esempio, ad acquisire il Palermo Calcio, ndr) “di guidare lo sviluppo della rete in rapida crescita di squadre di calcio della società di investimento in tutto il mondo“. “Questo è un progetto ambizioso con una chiara direzione e un chiaro scopo” ha dichiarato Dransfield, ripreso dalla stessa Bloomberg.
Negli ultimi dodici anni, Don è stato determinante nello sviluppo di City Football Group, un’organizzazione calcistica multinazionale che comprende dieci club. Il club originario e di punta è il Manchester City FC, sei volte e attuale campione della Premier League inglese. Il gruppo possiede anche club in Australia, Belgio, Cina, Francia, India, Giappone, Spagna, Uruguay e Stati Uniti. In qualità di Chief Strategy Officer, Dransfield ha guidato le acquisizioni e le successive integrazioni del club attraverso la rete City Football Group ed è stato responsabile delle iniziative e dello sviluppo del business.

Don è entrato a far parte del Manchester City durante la stagione 2010-11 come Head of Strategy and Business Planning dopo sette anni con il Boston Consulting Group, dove si è specializzato nelle aree di private equity e media practice. Fa parte del consiglio di amministrazione dell’azienda americana di calcio ricreativo della costa orientale-occidentale Goals-SoFive e gestisce gli interessi dell’investimento CFG nella piattaforma Dugout-OneFootball. 
Don ha conseguito un master in economia al Trinity College di Cambridge e vive a Londra con sua moglie e sua figlia.

Che sfiga. Arridatece Blondet.

https://www.buoncalcioatutti.it/2022/05/31/bloomberg-777-partners-affidano-a-don-dransfield-lo-sviluppo-della-rete-di-club/

Found on: https://leadersinsport.com/leaders-events/leaders-sports-awards/leaders-under-40-awards/don-dransfield/

 

Circa l'autore

Articoli recenti

Rubriche

Pin It on Pinterest

Share This