Seleziona Pagina

O che lo capite o che lo capite

O che lo capite o che lo capite

Ma se non lo avete ancora capito lo capirete mai.
Non volevo scrivere questo post ma solo condividere un video su Facebook, ma il “democratico” social non lo permette.
E credo sia un problema principalmente italiano, dei “contollori” italiani, dei fact cheker italiani, anche se questo social o meglio i social, ormai censurano le stesse cose e le stesse persone ovunque nel mondo.
Allora, in Israele, terra di Pompelmi e di vaccinati, succede questo: Il 95% dei malati gravi in Israele sono vaccinati.
Ripeto, Il 95% dei malati gravi in Israele sono vaccinati.

Lo sapevate? Ve lo hanno detto i Tiggì, i Mentana e i giornaloni magari a caratteri cubitali?
No? Strano vero?
Ma questo è quello che sta accadendo non solo in Israele ma anche in altre parti del mondo.
E il motivo lo avevano spiegato illustri scienziati, addirittura Premi Nobel, medici, Virologi (quelli veri) ricercatori: NON si vaccina nel corso d una epidemia, e siccome i Virus mutano specie quello del Raffreddore barra Influenza, si fanno furbi e creano nuove varianti. E di solito ancor più aggressive.
Lo diceva persino Louis Pasteur, che va bene che non è all’altezza del Sex Symbol Basso Bassetti, ma nemmeno l’ultimo arrivato, visto che è considerato il padre della Microbiologia nonchè l’inventore del Vaccino
Lo ha detto persino il Prof. Pierluigi Garavelli, Primario di malattie infettive all’Ospedale Maggiore di Novara, nonchè Cavaliere della Repubblica: Che non si vaccini, o che non si dovrebbe vaccinare durante una pandemia (a meno che non si vaccini su base planetaria tutta la popolazione) è un concetto ampiamente scritto sui libri di microbiologia e malattie infettive anche in dotazione agli studenti. Io l’ho voluto ribadire un mese fa e ho subito degli attacchi indecorosi da parte di colleghi e da parte di alcuni siti su Facebook che non voglio nominare. Lo stesso concetto lo ha ribadito Crisanti proprio in questi giorni e mi è stato di sollievo perché mi sono sentito meno solo. Vaccinare su virus che mutano vuol dire sostanzialmente fare in modo che il virus stesso per legge darwiniana muti per sfuggire agli anticorpi indotti nella popolazione dal vaccino”.

Lo dice da una vita anche Luc Montaglier, Premio Nobel della Medicina, ma al quale tutto il mainstream ha dato del coglione fin da subito.
A questa lunga schiera di Scienziati da Vico Usodimare, poteva mancare Lui? Il Sex Symbol per eccellenza?
Ma puoi capire se perdeva l’ennesima occasione per stare muto.

A parte che se fossi suo figlio, suo nipote, di Montagnier dico, all’esimio Sex Symbol andrei a trovarlo… siamo ormai in un mondo dove non solo parlano di Medicina, giornalisti, opinionisti, esperte di gossip, selvagge.. o civilizzate, zanzarologi, veterinarie, ex attori di film con Mario Merola, ma non si fanno parlare i Premi Nobel, Illustrissimi Scienziati, Virologi di fama internazionale.
Un mondo davvero alla rovescia.
Ma siccome ha pieno diritto di parlare anche il Sex Symbol, capita comunque di leggere questo.
Non so se sia vero, ma queste parole compaiono da più parti e su più mezzi di comunicazione.
Mel caso fossero musse, ci penserà lo stesso Sex Symbol a smentire e a smentirle.
Ho nel belino che comunque glie lo abbiano già chiesto. Ma è solo una mia sensazione.

Nonostante tutto questo e molto altro, nonostante i casi di danneggiati da vaccino anti Covid siano ormai milioni nel mondo, nonostante i morti post vaccino siano migliaia e migliaia, si continua con l’idea di far vaccinare tutti, ma visto che si attaccano al cazzo, anche di rendere la vaccinazione obbligatoria.
E anche qui, mia opinione, si attaccheranno al suddetto cazzo, perchè NON possono farlo.

Do you know Processo di Norimberga?


Quindi sta a noi, alla popolazione, agli italiani, non fare diventare una cosa non solo illecita ma proibita non solo dalla nostra Costituzione,ma da diversi Trattati Internazionali e Carta dei Diritti dell’Uomo, quella che si chiama consuetudine.
Ovvero, quando la popolazione accetta e quindi fa qualcosa, da far diventare appunto consuetudine, prassi, una cosa considerata giustamente proibita, vietata, illecita, non più necessaria.
Per questo, cari Covidioti, a noi no vax negazionisti e pure fascisti interessa molto quello che fate voi Covidioti.
Perchè fosse per noi potete farvene tranquillamente 18 di vaccini, ma il problema è che se siete troppi, alla fine, quell’intruglio magari si finirà per dovercelo fare anche noi. Perchè quando una cosa diventa consuetudine, per chi ci governa, ha praticamente l’effetto di una legge.
E’ un po’ come il tacito assenso insomma.
Stringendo, se si arriva ad un punto e addirittura lo si oltrepassa, poi è molto difficile se non quasi impossibile tornare indietro.
Avete più visto o sentito di terrorismo e di terroristi “islamici” che dirottano aerei?
Eppure al check in vi controllano ancora il tubetto del dentifricio.
Do you understand?
NO. Lo so.

Aggiungo un video, per chi ha ancora un po’ di cervello e acceso.
Tranquilli voi Covidioti, è l’ennesimo coglione che parla.
Quindi voi non guardatelo.





Circa l'autore

Rubriche

Pin It on Pinterest

Share This