Seleziona Pagina

O quante belle cose Madama Dorè

O quante belle cose Madama Dorè

Ma quante belle cose, almeno dal mio punto di vista, sono accadute in queste ore.
Ovviamente non parlo della Guerra perchè le guerre sono sempre orribili e stupide.
Ce ne sono parecchie e di belle, ma raccolgo le più significative e simpatiche.
Intanto questo bel signore è stato eliminato. Fatto fuori. Via.

Poi alla faccia dei nostri media, un bel video sui cattivi e terribili Russi.
Perchè è questo che fanno i Militari Russi alle popolazioni, a differenza delle milizie ucraine che non solo impediscono ai civili di andarsene ma li massacrano come accaduto ieri a Donetsk.

Poi, bellissima dichiarazione di Lavrov che a parer mio conferma quello che le persone che si oppongono e con tutte le forze ai vari Schwab e a tutti quelli che progettano da decenni il così detto Nuovo Ordine Mondiale e il Great Reset, ovvero il controllo totale sull’umanità da parte di una Elite. E per far capire a chi non avesse capito di cosa sto parlando, di un Mondo alla Orwell, se non alla Matrix.
Il ministro degli Esteri russo, Lavrov, ha affermato chiaramente che la Russia si separerà completamente dai residui legami finanziari con l’Occidente per intraprendere la strada dell’autarchia dei capitali. L’era della globalizzazione è terminata. È iniziata quella della deglobalizzazione.

Questi Criminali con questa visione del Mondo stanno perdendo colpi su colpi e stanno tirando gli ultimi rantoli anche se non si arrenderanno tanto facilmente. E siccome un NWO era e sarebbe stato impossibile da attuare senza la Russia, forse si capisce il perchè di tanto accanimento nei confronti della Russia ma soprattutto di Putin e la volontà di toglierseli tutti dai coglioni. Come la Russia ci ha salvato dal Nazismo, ci salverà da quella congrega di criminali privi di qualsiasi empatia. In questo battaglia è fondamentale l’alleanza Trump/Putin.
E come dice qualcuno anche di Xi Jinping.
Ma questa è roba da complottisti, quindi fate conto di aver letto nulla.

Poi c’è quest’altra bella notizia: Il combattente del battaglione nazionale Azov è fuggito dai nazionalisti ucraini ed è passato alla parte russa. Secondo il primo viceministro dell’Informazione della DPR Daniil Bezsonov nel canale Telegram, il combattente evaso, che desiderava rimanere anonimo per motivi di sicurezza, ha parlato delle atrocità dei nazisti ucraini a Mariupol. Ha anche parlato del quartier generale dei militanti nel Teatro Mariupol Drama, nella cui hall ci sono civili tenuti in ostaggio dal popolo Azov.
Quindi incominciano le prime “defezioni” e si incomincia a capire quanto siano buone belle e brave le milizie ucraine…
Come ci racconta la stampa occidentale.
E parlando di grandi combattenti tutto muscoli e paura di nulla, soprattutto Mercenari e anche volontari arrivati in Ucraina da ogni parte cioè quei Geni che senza una guerra e senza ammazzare qualcuno proprio non ci riescono a stare.
Bellissimo, sempre per me, il video di uno di essi e che adesso non trovo dove l’ho messo.
In pratica un omone, cattivissimo, che con le lacrime agli occhi manda un messaggio a quelli come lui con più o meno queste parole:
Ragazzi, NON venite qui.. non vi fate venire in testa quest’idea perchè ci stanno ammazzando tutti.
Io son dovuto scappare travestito e dentro una ambulanza. E anche di corsa se no...
Parola chiave: andate a menare il belino ai Russi, andate andate…

Bè per adesso è tutto.
Certo che se le cose in mano le hanno Imbecilli invasati come questa signora ovvero Irina Vereshchuk, ex militare, Vice Premier e fedelissima di Zelensky, non è che le cose possano migliorare.
Per chi fosse interessato qui avete un video che spiega tutto molto bene.

https://www.youtube.com/watch?v=Jf-2D0JaTRs

Infine per capire quanto Putin ami gli oligarchi, ecco uno stralcio della sua bella conferenza di oggi che dovessi consiglierei di ascoltare, visto che esistono in rete le traduzioni.

Putin: Non ce l’ ho con chi ha una villa a Miami o in Costa Azzurra, non può fare a meno del foie gras, delle ostriche o delle cosiddette libertà di genere.
Ma non è assolutamente questo il problema. Il problema sta nel fatto che molte di queste persone, per la loro stessa natura, si trovano mentalmente proprio lì, e non qui, con la nostra gente, non con la Russia. E questo è, secondo loro, un segno di appartenenza a una casta superiore, a una razza superiore.
Queste persone possono vendere la propria madre, purché siano autorizzati a sedersi nel corridoio di questa casta molto alta. E vogliono essere come lei, imitandola in ogni modo possibile.

Circa l'autore

Articoli recenti

Rubriche

Pin It on Pinterest

Share This